Vota questo articolo
(0 Voti)
Poggio San Vito Poggio San Vito creato dalla Banda dei Malandrini

Alla scoperta di Poggio San Vito

Percorso breve e molto semplice. Adatto a passeggiate familiari e come inizio allenamento (che può proseguire lungo la Cresta dell’Omo fino al Monte Cuccola per poi ridiscendere verso Cutigliano).

PUNTI DI INTERESSE

CUTIGLIANO
Su uno sperone a ridosso del Monte Cuccola, immerso tra folti boschi, sorge Cutigliano, borgo di origine medievale, un luogo che ancora oggi conserva quasi intatte le testimonianze del suo passato.
Edificato lungo un importante tracciato viario, già documentato in età longobarda, che valicava il Passo della Croce Arcana per dirigersi a Settentrione, Cutigliano si sviluppò dopo il 1368 quando divenne sede della Magistratura della Montagna Pistoiese.
Il paese, caratterizzato dalle strette vie lastricate e fiancheggiate da antichi palazzi e monumenti, è una prestigiosa località di villeggiatura estiva, che completa la propria offerta turistica con la stazione sciistica della Doganaccia, posta sul crinale appenninico.
Punto focale del Borgo è la piazza del Municipio dominata dal Palazzo Pretorio o dei Capitani della Montagna, eretto alla fine del Trecento e ampliato nei secoli successivi.
Lo scorrere del tempo su queste antiche mura è documentato dai numerosi stemmi in pietra ed in terracotta policroma dei Capitani, chiamati a ricoprire l'ambita nmagistratura, mentre un grande stemma della famiglia de' Medici, sormontato dalle insegne papali di Leone X, sovrasta il portale d'ingresso

DOGANACCIA
Antica dogana di confine tra il Granducato di Toscana e il Ducato di Modena. Il villaggio costituisce una delle stazioni estive ed invernali piu’ suggestive della Montagna Pistoiese.
Nella bella stagione rappresenta un valido punto di partenza per i numerosi escursionisti e cicloamatori (mountain bike).

.LAGO SCAFFAIOLO (1775 METRi)
A differenza di altri laghi dell'Appennino Tosco-Emiliano (es. Lago Santo modenese, Lago Baccio, Lago Turchino, Lago Piatto), il Lago Scaffaiolo non è un lago di origine glaciale, ma deve la sua origine ad azioni di alterazione chimica e fisica, con conseguente disfacimento del macigno, ed all'azione di neve e venti; è di forma vagamente simile a quella di un parallelogramma, e sembra sia alimentato dalle acque piovane, dalla fusione delle nevi e da una falda (ubicata sotto il Monte Cupolino). Questo spiega l'impermeabilità del terreno. L'origine della sua alimentazione, ritenuta nei secoli passati misteriosa ed ancora discussa, è stata oggetto di studio fin dal 1700.
L’assenza di ogni forma vegetale dovuta alla quota elevata ne ha impedito nel tempo l’interrimento. Infatti le misure del lago sono rimaste le stesse per lo meno dal 1665, anno nel quale furono fatte alcune misure di profondita’.

CROCE ARCANA (m. 1675)
Anticamente chiamato Alpe alla Croce, il passo collega la Valle dell'Ospitale (MO) con la Val di Lima. La strada che l'attraversa, conosciuta già in epoca romana, fu restaurata e selciata nel 1633.

 

 

Scheda informativa

Campo datinota
numero traccia 014
adatto per
  • MTB
  • Trekking
  • Running
  • Nordic Walking
grado di difficoltà

1

lunghezza 3 km
dislivello 100 mt D+ e 100 mt D-
Tempo percorrenza a cammino 1h
periodo consigliato
  • Primavera
  • Estate
  • Autunno
  • Inverno
  • Tutto l'Anno
tipo di fondo  strada asfaltata, strada sterrata
note aggiuntive  

3.3 km, 00:00:00

9705 Ultima modifica il Venerdì, 03 Luglio 2015 16:43
Altro in questa categoria:
Claudio

Massaggiatore di professione. Pratica multi sport con la Banda dei Malandrini asd tra i quali Trail Running e Rogaining. Conoscitore esperto dei sentieri dell'Appennino Pistoiese si è reso disponibile per la tracciatura degli stessi e per creare le schede di riferimento dei vari itinerari

124 commenti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.